19 Febbraio 1910 – Nasce il Teatro dei Sogni di Old Trafford…

Emozione. Questa è la definizione che spiega meglio il mio stato d’animo in questo momento.

Mi trovo con la mia macchina del tempo in compagnia di Archibald Leitch, soprannominato l’Architetto del Football. Nato a Glasgow il 27 aprile del 1865, Leitch fu colui che mise mano alla creazione degli stadi più importanti del panorama calcistico del Regno Unito, come quello dei Rangers Glasgow, l’Hampden Park del Celtic e molti altri tra cui il famoso Bramall Lane dello Sheffield United e gli stadi londinesi di Stamford Bridge e Craven Cottage, rispettivamente la casa di Chelsea e Fulham.

Nel 1910 Leitch fu contattato anche dal presidente del Manchester United, John Henry Davies, che dopo aver cambiato il nome del club dal precedente Newton Heath, decise di regalare alla sua squadra una casa più consona alle vittorie che in quegli anni furono sempre più frequenti, avvicinando a sé quasi 40 mila spettatori in ogni partita. Il presidente presentò la location all’Architetto, nella zona a sud-ovest di Manchester, nel distretto di Trafford.

Il progetto di Leitch, fu subito accettato, anche se superava di circa 30 mila sterline il preventivo iniziale che ammontava a 60 mila. Era talmente avveniristico e confortevole che il presidente Davies, non battè ciglio per confermare l’apertura dei lavori, iniziati nel 1908 e terminati alla fine del 1909. L’ultima partita nel vecchio stadio di Bank Street, considerato uno dei più brutti del campionato inglese, fu giocata il 10 Gennaio 1910, contro gli Spurs. La sfida terminò con una vittoria schiacciante per 5-0, ma non fu un grosso rimpianto, abbandonare quella sporca e fatiscente casa.

old trafford 1909

Il 19 febbraio 1910, in occasione della sfida contro il Liverpool, fu organizzata l’inaugurazione del nuovo stadio che portava il nome di Old Trafford, lo stesso del bellissimo e vicinissimo impianto di cricket  del Lancashire Club, a due passi da lì.

I giornali scrivevano: “Il più bello, il più spazioso, la più grande arena mai vista fino ad ora. Uno stadio inarrivabile nel mondo, un grande onore per Manchester e per il suo Club.”

Dopo una breve ma emozionante cerimonia, iniziò la gara, che vide il Manchester, iniziare alla grande, fissando il risultato sul 2-0. La partita sembra mettersi sui binari giusti, per onorare la giornata memorabile dell’inaugurazione. Ma il Liverpool non fu d’accordo. Alla ripresa del secondo tempo, i Reds, ribaltarono il risultato, chiudendo il match con un roboante 4-3 finale per gli ospiti. Nonostante la bruciante sconfitta, la festa di apertura fu comunque un successo mai visto, con oltre 50 mila spettatori, che qualche settimana dopo si ripresentarono per la nuova sfida in quello che diventerà il Teatro dei Sogni del calcio mondiale, la casa di vittorie incredibili e di quell’orgoglio tipico del suo club: il glorioso Manchester United.

y2xibf

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...