7 Marzo 1874 – Il Lampione dei Villans

La macchina del tempo di Calcio Retrò, la meravigliosa freccia d’argento che ci porta indietro nel passato, oggi ci farà scoprire una storia incredibile, legata ad un club che ben presto entrò nel mito del football britannico ed europeo: L’Aston Villa Football Club.

Oggi 7 Marzo 1874, ci troviamo precisamente a Handsworth, un piccolo borgo alle porte di Birmingham, nel bel mezzo dell’Inghilterra. La nostra compagnia è rallegrata da quattro ragazzotti dall’aria vispa e dall’aspetto atletico. Si tratta di Jack Hughes, Frederick Matthews, Walter H. Price e William Scattergood. Semplici ragazzi con in testa un sogno. Formare un club tutto loro di Football.

La loro passione era legata al club parrocchiale del Villa Cross Wesleyan Chapel Cricket Team, una squadra con cui oltre alla disciplina del Cricket, si dilettavano nel nuovo sport che stava spopolando in tutto il Regno Unito: il football.

Da qui il desiderio di formare un club indipendente, fu realizzato proprio oggi 7 marzo 1874, sotto la luce di un lampione nei pressi di Lozells.  Sotto la magia di quell’atmosfera particolare, i quattro fondarono l’Aston Villa Football Club.

 

Fastonvilla2

La prima partita fu giocata qualche giorno dopo, contro un club locale di Rugby, l’Aston Brook St.Mary Rugby Team.

Si. Avete capito bene. Una squadra di Rugby. L’idea infatti era quella di giocare il match suddiviso in due tempi, in cui nel primo si utilizzavano le regole del Rugby e nel secondo quelle del football. Il Primo tempo finì con il risultato di 0-0, mentre nella ripresa la nuova compagine dell’Aston Villa diede saggio della sua tecnica calcistica fissando il risultato sul 1-0 con un bellissimo gol di Jack Hughes, a tutti gli effetti considerato l’uomo più importante nella storia del Club. Capitano, fondatore e primo realizzatore storico.

Fsunderland5

Ma da dove arriva il nome Aston Villa? Come mai non prese il tipico nome delle squadre inglesi, come i diffusissimi City, Town, United, ecc.?

Nella loro provenienza parrocchiale era nascosta la risposta.

Nel 1865, fu costruita un’area di pedaggio Doganale nei pressi di Villa Cross e Aston Park, da cui prese il nome la Chiesa Metodista nel quale il club faceva parte inizialmente come sezione sportiva. La parrocchia era appunto denominata Aston Villa.

L’Aston Villa Football Club ci mise poco ad entrare nelle prime squadre del panorama britannico, soprattutto nel periodo legato alla venuta di uno degli uomini più influenti della storia pluricentenaria del club: George Ramsey.

Ramsey entrò in contatto con gli altri membri del club e ne divenne immediatamente capitano e leader, convincendo la sua squadra ad adottare uno schema rivoluzionario sperimentato in Scozia con i Queen’s Park di Glasgow. Grazie alla sua incredibile intuizione, l’Aston Villa divenne in poco tempo uno dei club di riferimento del calcio inglese, occupando di diritto un posto di primo piano nello sviluppo del gioco.

Secondo la voce più accreditata la scelta dell’abbinamento dei colori sulla casacca del club, sarebbe da ricondurre all’influenza degli uomini scozzesi come George Ramsay e William McGregor, che avrebbero proposto la combinazione tra il marrone degli Heart of Midlothian (poi divenuto granata) e il blu dei Rangers, con il leone rampante nello stemma, tipicamente scozzese.

 

AVilla1899

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...